L'ultima puntata.

Stagione 1 Episodio 2.

Asus Zen Fone 4
La digital transformation
what3words
Cosa significa Industria 4.0
Kindle Oasis 2017

Come installare temi su Windows 7

Sebbene siano state rilasciate delle versioni del sistema operativo di casa Microsoft ben più recenti ed aggiornate, sul PC nel tuo studio continui ancora a tenere installato Windows 7. Considerando ...

CartaSì punta ai pagamenti digitali via App, anche per i non clienti (ma con carta di credito)

CartaSi ha deciso di entrare con vigore nel mercato dei pagamenti digitali con il lancio di #MySi.Si tratta di una soluzione basata su un'app, sia per Android sia per iOS, che permette la gestione delle proprie carte e i pagamenti.Quando parlo di gestione delle carte, intendo la possibilità di verificare le spese, i pagamenti online, ma soprattutto la creazione di un digital wallet.MySi è un app scaricabile gratuitamente dagli store, ma che si attiva nel momento in cui l'utente si manifesta come cliente di Carta Sì. MySi è in grado di gestire ogni tipo di carta Visa e Mastercard (carte di credito, di debito e prepagate).Per i clienti CartaSi, MySi mette a disposizione servizi informativi e dispositivi di CartaSi e pagamenti sicuri tramite smartphone associando le proprie carte; a chi non è cliente CartaSi, MySi consente pagamenti sicuri tramite smartphone associando le proprie carte.Ma funziona anche se non si è clienti Carta Sì, sebbene con alcune limitazioni.Se si possiede una CartaSì, attraverso l’app MySì si ha il controllo delle proprie spese online e la possibilità di aumentare i servizi della propria carta di credito anche se non si è clienti di CartaSì.Su di uno smartphone moderno, dotato di lettore d'impronte digitali, si potrà effettuare il login con "l'imposizione di un dito". Infatti, l’impronta digitale sostituisce completamente la password aumentando la sicurezza e rende vecchi e obsoleti i codici PIN.Ma quali sono i vantaggi? Per fare acquisti con smartphone, in negozio e online, attraverso MySi Pay, basterà veramente attivare l'App e apporre il dito per avviare il pagamentoPotevano finire qui i vantaggi dell'App moderna? ovviamente no, infatti è possibile ricevere le notifiche sia dei pagamenti sia per eventuali accessi non voluti, quindi più sicurezza, ma anche fare ricariche telefoniche direttamente dall’App, o controllare i punti sul programma fedeltà (IoSi)Per i non clienti Carta SìAccennavamo al fatto che l'App ha una funzionalità avanzata di pagamento anche se non si è clienti. Infatti, gli utenti che non fanno parte del circuito CartaSì possono comunque scaricare l’app e utilizzarla, con differenze sostanziali per utenti iOS e Android.Per gli utenti iOS, si possono effettuare i pagamenti tramite un codice speciale chiamato QR Code e un altro sistema chiamato WEB Code.Per gli utenti Android, che non hanno ApplePay per ovvi motivi di piattaforma, possono pagare con un sistema chiamato HCE, che non è altro che una emulazione della carta di credito, una carta virtuale che consente di fare acquisti in negozio tramite lo smartphone.Ovviamente,gli utenti che non sono clienti Carta Sì non hanno a disposizione i punti fedeltà.La virtualizzazione della carta e l'utilizzo in negozio attraverso l'uso dell'impronta velocizza le operazioni e le rende intrinsecamente sicure, a tutti vantaggio degli utenti.Un buon passo in avanti di Carta Sì.#MySIQui i link per scaricare l'app.- iOS https://itunes.apple.com/it/app/mysi-di-cartasi/id518695175?mt=8- Android https://play.google.com/store/apps/details?id=it.icbpi.mobile&hl=itMister Reset, il blog di Gigi Beltrame

Mozilla Hubs: al via l'esperimento social che utilizza realtà mista e Open Web

Mozilla Hub è il nuovo esperimento sociale che fa incontrare gli utenti grazie ad un visore VR o browser web....

Tesla: ex ingegnere Apple a capo di Autopilot

Tesla ha annunciato le dimissioni dell'attuale responsabile di Autopilot e Infotainment e l'avvicendamento con un ex ingegnere con un passato in Apple...

Disney sviluppa una giacca aptica per la realtà virtuale (Ready Player One docet)

In futuro tute aptiche come in Ready Player One? Presto per dirlo, ma Disney sviluppa i primi prototipi...

Come installare Windows 10 1803 tramite Media Creation Tool | Modding | Guida

È la prima volta che uno strumento ufficiale permette a un non Insider di installare la nuova versione del sistema operativo, anche se per ora bisogna ricorrere al modding....

LG G7 ThinQ: prima foto della schermata dedicata alla gestione del notch

La schermata delle impostazioni di LG G7 ThinQ dedicate al notch è apparsa in rete, grazie ad un primo scatto dal vivo...

Samsung, speaker sempre più smart suggerito da un brevetto

Un sistema di sensori ad infrarossi consentono all'altoparlante di rilevare automaticamente la presenza dell'utente nella stanza....

Facebook cambia rotta per evitare un'altra Cambridge Analytica

Da qualche ora non è possibile creare nuove applicazioni.Le applicazioni di Facebook non riguardano solo la piattaforma, perché per esempio sono il motore del login con l'account di Fb, piuttosto che i chatbot su messenger.Sta congelando la situazione per due motivi..embed-container { position: relative; padding-bottom: 56.25%; height: 0; overflow: hidden; max-width: 100%; } .embed-container iframe, .embed-container object, .embed-container embed { position: absolute; top: 0; left: 0; width: 100%; height: 100%; }Prima di tutto il rinnovamento della piattaforma, che viene anticipato di qualche settimana.E poi per cambiare le condizioni d'uso e quindi tamponare la fuga di informazioni dalla piattaforma.Nel frattempo, le indagini mostrano che l'azienda conserva i dati sensibili degli utenti e si sospetta (m come si sospetta) ufficialmente che vengano lette le rubriche e gli sms dei cellulari.Incredibile come nessuno abbia notato cosa compare sui telefoni Android nel momento che si installa un'applicazione dell'ecosistema di Facebook (fb, Instagram, Whatsapp), perché l'azienda lo dichiara apertamente a tutti.Mister Reset, il blog di Gigi Beltrame

God of War non avrà DLC: Santa Monica Studios ha dato tutto e subito

Il creative director di God of War ha sottolineato che il team non ha conservato alcun contenuto prodotto destinandolo a futuri DLC. Santa Monica Studios ha preferito offrire subito agli utenti......

Leggi tutte le notizie che abbiamo selezionato

Clicca e leggi tutte le notizie che abbiamo selezionato

TV e Social

Cos'è Digital Invasion

La tecnologia oggi richiede ancora di essere raccontata? Oggi è ovunque. Tutto sembra apparentemente semplice da utilizzare, ma racchiude una complessità incredibile che non si vede.
Il progetto Digital Invasion nasce per questo, per spiegare quali e quante opportunità siano a disposizione dei singoli e delle aziende e per farle conoscere, apprezzare e quasi toccare con mano.

Viviamo tempi di cambiamenti: il consumer entra nel business, la realtà supera la fantasia, si lavora da qualunque luogo come se si stesse in ufficio, le case diventano intelligenti, le auto iniziano a guidarsi da sole, il cloud computing è una realtà, il machine learning e la realtà virtuale sono argomenti entrati nelle conversazioni di molti, le chat bot sono diventate uno standard, l'intelligenza artificiale inizia a essere al servizio di tutti e l’Industria 4.0 o lo smartworking sono argomenti di discussione nelle aziende.

C'è bisogno di raccontare questo mondo che cambia, in modo fresco e chiaro. Facciamo subito un esempio: i social network esistono da 15 anni, eppure si fatica a conoscerli e sfruttarli! Il progetto è ambizioso: trasmissione TV, pillole sui social mirate, eventi live, presentazione di servizi e prodotti, trucchi e tutto quanto pensato per spiegare in modo esaustivo questo mondo meraviglioso dell'ICT.



Perchè Digital Invasion

Gigi Beltrame racconta la tecnologia

Digital Invasion è un progetto che parla di tecnologia dagli smartphone al cloud, dall'utente singolo alle aziende, senza escludere nessun dettaglio.
Perchè la tecnologia non è una questione di futuro: è già qui!
Non vogliamo commettere l'errore di declinarla sempre al futuro, perché è già tutto disponibile, e non adesso, già da un po'!
Non perdiamo altro tempo.
Digital Invasion è una trasmissione TV, è un sito internet, è una newsletter, è sui social, è una serie di eventi live e altro ancora.

La lotta al CyberBullismo

Federica Zanella del Corecom Lombardia parla di cosa si può fare contro il Cyberbullismo e la web reputation

25 anni di ThinkPad

Simona Bocchetta di Lenovo parla dei primi 25 anni dei ThinkPad.

La falla dei microprocessori

Gigi Beltrame ne parla a caldo al TGCOM24 il 4/01/2018

Le Puntate

Stagione 1 Episodio 2

Asus Zen Fone 4
La digital transformation
what3words
Cosa significa Industria 4.0
Kindle Oasis 2017

Stagione 1 Episodio 1

I 25 anni di Lenovo ThinkPad Cosa fare contro il Cyberbullismo (Federica Zanella Corecom)
Lenovo oggi - Emanuele Baldi
La catena di montaggio Industry 4.0 di FCA
BackUp di Android
web reputation