06/2018
  • Lun
  • Mar
  • Mer
  • Gio
  • Ven
  • Sab
  • Dom

Come scaricare musica gratis velocemente

La musica è la tua più grande passione e, proprio per questo motivo, sei sempre alla ricerca di canzoni da scaricare sui tuoi dispositivi, da ascoltare ovunque tu sia. Ti piacciono quasi tutti i gen...

Su TomTop 5 gadget tech a prezzo scontato per poco tempo. Ecco la lista

Sul portale di vendite online sono stati messi in forte sconto alcuni gadget tecnologici che potrebbe risultare interessanti per alcuni. Li abbiamo raccolti in questa news e vi proponiamo i link per a...

Come sapere dove si trova una persona attraverso il cellulare

Lo smartphone, ormai è risaputo, non è soltanto un mezzo attraverso il quale riuscire a stare in contatto con altre persone telefonando, mandando SMS e sfruttando tutti i vari ed eventuali servizi d...

Come proxarsi con Firefox

Vuoi visitare un sito non accessibile dall’Italia con il browser Firefox ma non sai come fare? Ti piacerebbe una soluzione facile, gratuita e, soprattutto, che non richiede lunghe configurazioni per...

I TV Toshiba in Europa saranno a marchio Hisense: completata l'acquisizione

La cinese Hisense ha completato l'acquisizione della divisione televisori di Toshiba: come parte dell'accordo da 100 milioni di euro, i TV a marchio Toshiba in Europa saranno prodotti da Hisense...

Samsung mostra tutte le funzioni dei QLED TV 2018 in video

Samsung ha realizzato una serie di video per mostrare presentare la nuova gamma QLED TV 2018 e le relative funzionalità....

Samsung Galaxy Note 9: davvero non avrà il lettore in-display?

Il nuovo phablet di Samsung, Note 9, potrebbe davvero non introdurre un display con sensore di impronte digitali incorporato. Le ultime indiscrezioni sembrano parlare chiaro e la tecnologia ancora poc...

Come costruire un DVD interattivo

I tuoi compagni di classe ti hanno affidato l’oneroso compito di realizzare il DVD di fine anno per raccogliere i momenti più belli e divertenti passati nel corso dell’anno scolastico, or...

Versa è il nome del nuovo smartwatch di Fitbit

Versa è il nome del nuovo smartphone di Fitbit, per il quale si prevede un design più moderno, un sensore SpO2 e un prezzo più basso del Fitbit Ionic. The post Versa è il nome del nuovo smartwatch...

Crash Bandicoot N. Sane Trilogy in arrivo su PC, Xbox One e Switch a luglio

Activision ha annunciato che lancerà Crash Bandicoot N. Sane Trilogy su PC, Xbox One e Switch nel corso dell'estate. Crash Bandicoot debutta quindi su PC e ritorna sulle piattaforme Microsoft e Ninte...

Microsoft, Surface Hub 2 entro i prossimi mesi

Microsoft ha confermato di essere al lavoro sulla seconda generazione del Surface Hub che potrebbe essere presentata entro la metà dell'anno. The post Microsoft, Surface Hub 2 entro i prossimi mesi a...

Honor 7C, annuncio previsto per il 12 marzo

Il nuovo Honor 7C, atteso per il 12 marzo, dovrebbe avere uno schermo 18:9 da 5,99 pollici, processore Kirin 659, 3 o 4 GB di RAM e dual camera posteriore. The post Honor 7C, annuncio previsto per il ...

Dell'intelligenza artificiale di Facebook me ne #f8 (per non parlare della seconda vita di Second Life)

Dalla California arrivano le mirabilanti notizie delle novità succulente di Facebook.Sviluppi incredibili dell'intelligenza artificiale del social: in due secondi riesce a riconoscere un brano musicale. Peccato che in tre ore non sappia rimuovere, con l'aiuto di un umano, un omicidio in diretta. Certo, ci sono tutte le attenuanti del caso, ma tre ore sono una cifra enorme per qualsiasi contenuto.Vanno educate le persone a non mettere mi piace o a non condividere contenuti di dubbio valore, in generale, e auspicare che invece questi contenuti vengano segnalati ai social. Detto questo, è chiaro che l'interesse di Zuckerberg e della sua azienda è trarre profitto dalle abitudini degli utenti, ma qualcosa deve cambiare. L'intelligenza artificiale, quindi, è il perfetto prodotto per questo scopo, purtroppo non per svelare le fake news o i comportamenti indicibili. Chiaro, capire se si tratta di realtà o finzione o se si tratti di un videogioco non è facile, ma qualcosa si potrà fare, no?Facebook Workplace è il tentativo, un po' più maturo del passato, di portare nel mondo del lavoro la collaborazione in stile Facebook: riuscirà nell'intento o è ancora presto? Il competitor, almeno negli USA, è Slack più che Microsoft ed è un osso molto duro.L'idea che Oculus Rift diventi il nuovo Second Life mi fa rabbrividire: non sentivamo certamente la mancanza di Second Life e vederla rinascere lascia assolutamente perplessi. La piattaforma è ancora acerba, vedremo le evoluzione, per ora non può essere la ragione per spendere per l'acquisto degli Oculus.L'unico aspetto forse veramente interessante è la possibilità di creare la realtà aumentata in modo più semplice per i programmatori, ma lo scopo è andare a combattere Snapchat e sembra più un'opportunità per agganciare qualche "bimbominkia", piccolo o grande che sia.Analytics migliorato e predittivo per la pubblicità è un buon esempio per offrire valore in un mercato, quello sostanzialmente della pubblicità, che il social ha conquistato.I Bot per Messenger, invece, sono una grande opportunità e anche qui Facebook si sta muovendo bene in un mercato che sta conquistando alla grande. Non so se i bot nei gruppi abbiano davvero senso, ma è interessante poter fornire risposte in modo automatico. E' un mercato agli albori, ma promettente. Per Facebook e per chi vuole sfruttare queste opportunità.Mister Reset, il blog di Gigi Beltrame

Markup: l’editor per gli screenshot di Android P

Nella prima Developer Preview di Android P trova posto anche Markup: si tratta di un'applicazione inedita di Google dedicata all'editing degli screenshot. The post Markup: l’editor per gli scree...

Samsung annuncia i TV di fascia media NU8000 e NU7000 | Prezzi aggiornati

Samsung ha annunciato i TV di fascia media che arriveranno in Italia più o meno in concomitanza con i QLED 2018....

Wind e Vodafone: al via la causa della Corte di Giustizia Ue

Dopo un acceso 'balletto', partito nel 2013, La causa della Corte di Giustizia Ue contro politiche commerciali aggressive nei confronti di Wind e Vodafone è partita...

Le migliori tecnologie di Ginevra 2018: dal pneumatico vivente ai fari smart Mercedes

Tante, tantissime tecnologie al Salone di Ginevra 2018, in questo video abbiamo condensato le 4 migliori idee che abbiamo visto in giro per la fiera....

I giornalisti, gli editori e i creatori di contenuti non sono apprezzati al dalle parti di Menlo Park

Un dato di fatto.Facebook non ama i contenuti prodotti dai brand e dai giornali. Progressivamente negli anni ha deciso di mostrarne sempre meno nei feed degli utenti, ma con l'ultima mossa, ha messo la parola fine alla questione: solo pubblicità, altrimenti briciole.L'inganno degli instant article è finito, così come la condivisione dei guadagni pubblicitari con gli editori sugli stessi, perché la cosa non ha mai funzionato a dovere.Adesso, in nome dell'abolizione delle fake news, verranno mostrati prevalentemente i post di amici e parenti: sai che noia!Questo è il terzo colpo ben assestato ai media.Il primo era al concetto di brand.Il secondo al concetto di autorevolezza, alla base, da sempre, del rapporto di fiducia tra editore/giornalista/creatore di contenuto e utente/cliente.Il terzo è al business model dei giornali, perché se la visibilità la si conquista solo a pagamento (in percentuale le condivisioni degli utenti è limitata), il sistema non si regge più.Certo, resterebbero le revenue potenziali dai video, che apparentemente non verranno penalizzati, ma anche qui si guadagnano centesimi di euro (sono buono e dico 50) per 1000 visualizzazioni.Sembra quasi un'elemosina.Facebook era impegnata a trattenere l'utente nella piattaforma, adesso lo costringerà ad uscire per trovare le informazioni, perché "queste non gli cadranno più addosso."Le cose sono due: o si tratta di una forma di controllo innovativa sugli utenti (innovativa è un eufemismo), oppure hanno deciso di perdere clienti.La Borsa non sta premiando la scelta di Mark.Vedremo cosa accadrà in futuro.Mister Reset, il blog di Gigi Beltrame

Samsung Galaxy S9+ fatto a pezzi da iFixit: riparabilità complessa

Samsung Galaxy S9 PLus sotto i ferri di iFixit, eccolo smontato pezzo pezzo per valutarne il grado di riparabilità...

Audi A6: la berlina tecnologica a Ginevra | Anteprima

Audi A6 a Ginevra sfoggia tutta la sua tecnologia a partire dalla guida autonoma di LVL 3...

Il Galaxy S9 Plus sottoposto alle "torture" di JerryRigEverything: quanto resiste?

Come spesso accade, quando arriva un nuovo top di gamma, ecco arrivare anche tutta una serie di test che ne valutano la resistenza e la riparabilità. Ed il Galaxy S9 di Samsung è il protagonista di....

FBI arresta CEO di Phantom Secure: vendeva BlackBerry super sicuri alle gang

Comunicare in tutta sicurezza è una delle principali priorità per qualsiasi organizzazione criminale, ma nell'era degli smartphone e delle intercettazioni a tutto campo non hanno......

Huawei P20 Lite mostrato in press render ufficiosi e nella prima foto dal vivo

Evleaks solleva il sipario su Huawei P20 Lite. Il TENAA conferma il design e smentisce alcune specifiche...

Ivo va a scuola, ecco il tablet-robot per i bambini ospedalizzati che ora possono “stare” in classe

Elmec Informatica ed EOLO offrono ai bambini ricoverati in ospedale l’occasione di partecipare alle lezioni e alla vita della propria classe grazie a un tablet-robot. Ecco come è nato e come funzio...

CartaSì punta ai pagamenti digitali via App, anche per i non clienti (ma con carta di credito)

CartaSi ha deciso di entrare con vigore nel mercato dei pagamenti digitali con il lancio di #MySi.Si tratta di una soluzione basata su un'app, sia per Android sia per iOS, che permette la gestione delle proprie carte e i pagamenti.Quando parlo di gestione delle carte, intendo la possibilità di verificare le spese, i pagamenti online, ma soprattutto la creazione di un digital wallet.MySi è un app scaricabile gratuitamente dagli store, ma che si attiva nel momento in cui l'utente si manifesta come cliente di Carta Sì. MySi è in grado di gestire ogni tipo di carta Visa e Mastercard (carte di credito, di debito e prepagate).Per i clienti CartaSi, MySi mette a disposizione servizi informativi e dispositivi di CartaSi e pagamenti sicuri tramite smartphone associando le proprie carte; a chi non è cliente CartaSi, MySi consente pagamenti sicuri tramite smartphone associando le proprie carte.Ma funziona anche se non si è clienti Carta Sì, sebbene con alcune limitazioni.Se si possiede una CartaSì, attraverso l’app MySì si ha il controllo delle proprie spese online e la possibilità di aumentare i servizi della propria carta di credito anche se non si è clienti di CartaSì.Su di uno smartphone moderno, dotato di lettore d'impronte digitali, si potrà effettuare il login con "l'imposizione di un dito". Infatti, l’impronta digitale sostituisce completamente la password aumentando la sicurezza e rende vecchi e obsoleti i codici PIN.Ma quali sono i vantaggi? Per fare acquisti con smartphone, in negozio e online, attraverso MySi Pay, basterà veramente attivare l'App e apporre il dito per avviare il pagamentoPotevano finire qui i vantaggi dell'App moderna? ovviamente no, infatti è possibile ricevere le notifiche sia dei pagamenti sia per eventuali accessi non voluti, quindi più sicurezza, ma anche fare ricariche telefoniche direttamente dall’App, o controllare i punti sul programma fedeltà (IoSi)Per i non clienti Carta SìAccennavamo al fatto che l'App ha una funzionalità avanzata di pagamento anche se non si è clienti. Infatti, gli utenti che non fanno parte del circuito CartaSì possono comunque scaricare l’app e utilizzarla, con differenze sostanziali per utenti iOS e Android.Per gli utenti iOS, si possono effettuare i pagamenti tramite un codice speciale chiamato QR Code e un altro sistema chiamato WEB Code.Per gli utenti Android, che non hanno ApplePay per ovvi motivi di piattaforma, possono pagare con un sistema chiamato HCE, che non è altro che una emulazione della carta di credito, una carta virtuale che consente di fare acquisti in negozio tramite lo smartphone.Ovviamente,gli utenti che non sono clienti Carta Sì non hanno a disposizione i punti fedeltà.La virtualizzazione della carta e l'utilizzo in negozio attraverso l'uso dell'impronta velocizza le operazioni e le rende intrinsecamente sicure, a tutti vantaggio degli utenti.Un buon passo in avanti di Carta Sì.#MySIQui i link per scaricare l'app.- iOS https://itunes.apple.com/it/app/mysi-di-cartasi/id518695175?mt=8- Android https://play.google.com/store/apps/details?id=it.icbpi.mobile&hl=itMister Reset, il blog di Gigi Beltrame